Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Zero Dieci - Torna nel 2015 la irriverente e satirica rubrica bymanso

Numero 1


Voto Dieci – A Roncarati del Brescello che ha siglato una doppietta nella partita a Montecchio. Il Brescello non vinceva il sentitissimo derby reggiano da ben otto anni. Roncarati è sicuramente un “ragazzino” in gran spolvero!  Stesso dieci, ma con lode più che lodevole ad Arianna Anelli, la Valletta di Goal Time. Ogni commento sul perché è superfluo. E se qualcuno non capisce, beh, vada a farsi vedere da uno basta che sia. Non ci vuole uno bravo, questo è certo! Stesso voto al Montebello che sta facendo faville in Terza Categoria reggiana e nella ERREA’ League. Stesso voto alla Calestanese che dopo un anno di inattività, è tornata nei nostri campionati dimostrando quanto è importante il calcio per i nostri paesini.

Voto Nove – Alla Biancazzurra che contro ogni pronostico (anche il mio) ha vinto con la Medesanese una partita fondamentale per continuare la corsa alla salvezza

Voto Otto – A Mister Tino Setti, che con il suo Solignano ha infilato 4 vittorie consecutive, dopo aver passato un periodo molto ma molto magro. Gli anolini devono aver fatto il loro!

Voto Sette – A Romano Porta, Presidente del Sivizzano, che durante Goal Time ha tenuto (quasi sempre) le mani sul tavolo! Stesso voto al Guloo (Davide Campanini) che segnando il primo goal della stagione e del 2015 ha dato così la meritata vittoria al suo Montebello.

Voto Sei – A Bernardini che sulla Gazzetta di Parma ha “copiato” di sana pianta il titolo e parte dell’articolo di Emiliagol, che riguardava “l’Arbitro più sexy d’Italia”. Il voto è la media esatta tra il due per la fantasia dimostrata e il 10 che si merita quale assiduo lettore del sito.

Voto Cinque – Al Noceto che ha perso la testa e la partita con il Vigolo. L’arbitro ci avrà anche messo del suo, ma tre espulsi sono tre espulsi!

Voto Quattro – Alla Medesanese che ora non ha più “scuse” di sorta per giustificare la brutta stagione. La sconfitta con la Biancazzurra, sta a dimostrare che c’è molto che non va. La mancanza di punte di ruolo, ci aveva fatto credere che il motivo fosse tutto lì, ma domenica le punte c’erano… e che punte!

Voto Tre – All’arbitro di Noceto – Vigolo Marchese, che non ha dato il goal su una palla che era entrata, a detta di tutti, di almeno 30 centimetri.

Voto Due – a Davini del Fidenza, che ha “regalato” la sconfitta ai suoi. Stesso voto ai due attaccanti, sempre del Fidenza, Formuso e Delporto, che hanno sbagliato l’impossibile sotto porta. Consiglio by manso: visto il momento, fate il contrario di quello che pensate!

Voto Uno – Alla formula di “casa Romenghi” che ormai è antica come me! Il lunedì sera del 2015 (siamo nell'era digitale), dare classifiche e risultati ha lo stesso “sapore” di quelle cartoline che arrivano dopo 30 anni

Voto Zero – Al manso, che per motivi quasi sconosciuti ai più, ha ripreso questa rubrica solo a gennaio. Stesso voto al Presidente del Rimini che in quanto a signorilità ha bisogno di tante, ma tante lezioni. Per lui però, non ci vuole uno basta che sia. Ci vuole uno bravo bravo. Stesso voto alla Correggese, che non ha replicato per nulla alle dichiarazioni riminesi. Segnale poco confortante sul piano “disciplinare”; che a Correggio qualcuno abbia la coda di paglia? Stesso voto ai media, noi compresi, che hanno reso la partita tra Fidentina e Rolo una passerella per l’arbitro più sexy d’Italia. Il calcio deve sicuramente prescindere dalla bella o brutta presenza, questo è certo … ma mica sempre è vero, specialmente se il fischietto lo tiene Elena Tambini!  

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 22/01/2015
Tempo esecuzione pagina: 1,68846 secondi